Montedoro. Festa della Madonna del Rosario

A Montedoro, la festa della celeste patrona Maria Santissima del Rosario viene celebrata la prima domenica di ottobre, da tempo immemorabile, mentre nel calendario fissata per il 7 ottobre. Da qualche anno stata costituita l'Associazione Madonna del Rosario che si occupa di organizzare i festeggiamenti. In chiesa vi stato il triduo di preparazione con la recita del santo Rosario e la celebrazione della messa. Sabato 1 ottobre nel pomeriggio sono iniziati i festeggiamenti con i classici 21 colpi di mortaio e l'ingresso della Banda musicale di Montedoro con le fermate tradizionali davanti la chiesa, il Parco delle Rimembranze, il municipio e la caserma. Una leggera pioggia ha interrotto il giro della banda musicale che ha tenuto il concerto serale non in piazza ma nel teatro comunale. Alla fine dei Vesperi stata sparata la maschiata. La notturna musicale per le vie del paese si svolta come per tradizione.
La domenica 2 ottobre giro della banda musicale per raccogliere le 'ntorce con le offerte e in chiesa stata celebrata la Messa cantata in onore della Madonna con la partecipazione di un gruppetto di americani provenienti da Pittston USA dove, in contemporanea con Montedoro, viene celebrata la Festa, con una statua della Madonna realizzata da Salvatore Cardinale di Mussomeli nel 1922, dalla Societ di Montedoro. Alla fine della messa stata sparata la maschiata con le solite bombe fortissime. Pomeriggio con la banda musicale che ha suonato in piazza e dietro la statua della Madonna sopra un carro addobbato in modo straordinario da luci e fiori. La statua, per la prima volta, era quella leggera, in vetro resina, donata da Francesca e Salvatore Tulumello di Ireneo. La serata trascorsa con il concerto sul palco della Banda musicale V. Bellini di Montedoro diretta dal maestro Giuseppe Romano e si conclusa con i grandi fuochi pirotecnici sparati dalla ditta Giancarlo Picone.
Il luned 3 ottobre, in chiesa dopo la Messa, stato presentato il libro intitolato “L'azione cattolica a Montedoro (1923-1969)” di Salvatore Falzone da padre Domenico Lipani che ha illustrato il periodo storico in Italia e a Caltanissetta che hanno visto lo svolgersi degli avvenimenti descritti. In conclusione padre Falzone ha ringraziato tutti i montedoresi ed in particolare Don Amedeo Duminuco che gli ha consentito il riordino dell'archivio parrocchiale dal 2009 al 2013 quando stato viceparroco.

Lillo Paruzzo