Personaggi di storia locale
Il Cardinale Giuseppe Guarino


Quest’anno ricorre il 180° anniversario della nascita e il 110° della nascita in cielo del personaggio più importante di Montedoro.
Giuseppe Guarino, figlio di Michele e Angela Papia, nasce a Montedoro il 6 Marzo 1827 compie gli studi nel seminario di Agrigento e viene ordinato sacerdote il 22 settembre 1849 dal Vescovo di Caltanissetta Mons. Antonio Stromillo. Si perfeziona nello studio della morale e del diritto canonico e civile. Ricopre importanti cariche ecclesiastiche alla Regio Legazia Apostolica e civili. In particolare s’ interessa delle annose controversie tra Greci e Latini nella Chiesa sicula e per l’ occasione scrive un saggio storico-giuridico dal titolo Sulle controversie tra il rito greco e il rito latino di Palazzo Adriano. Dal 1860 al 1870 tiene la cattedra di diritto canonico all’ Università di Palermo. Il 3 dicembre 1871 viene eletto Arcivescovo di Siracusa dove prende possesso il 17 Marzo 1872. Pio IX il 2 Luglio 1875 nomina Mons. Guarino Arcivescovo di Messina dove organizza il seminario, chiama religiosi e religiose a lavorare nell’ archidiocesi: Gesuiti, Carmelitani,Piccole Sorelle dei Poveri, Figlie della carità, Salesiani, Figlie di Maria Ausiliatrice, Figlie di S.Anna . Il 31 agosto 1883 Leone XIII nomina l’ Arcivescovo Guarino Archimandrita del SS Salvatore e Amministratore Apostolico di S.Lucia del Mela.
Nel 1885 si diffonde a Messina l’ epidemia del vaiolo e nel 1887 quella del colera e il generoso impegno apostolico e civile dell’ Arcivescovo vengono riconosciute dal governo anticlericale che, nel 1888, gli conferisce la Medaglia d’ argento per i benemeriti della salute pubblica. Mons. Guarino vende la decorazione a beneficio dei poveri ai quali aveva già distribuito il suo patrimonio.
Il 2 Luglio 1888 fonda a San Pier Niceto una nuova famiglia religiosa: Le Piccole Serve della Sacra Famiglia che operando anche a Messina nell’ Istituto Leone XIII “operano un gran bene alla gioventù femminile con le scuole e con il convitto”.
Il 16 Gennaio 1893 Mons. Guarino viene elevato alla porpora cardinalizia da Leone XIII col titolo presbiterale di S. Tommaso in Parione.
Il 17 febbraio 1897 ricorre il suo giubileo episcopale celebrato nel mese di giugno con la partecipazione di tutti i vescovi della Sicilia e delle Calabria.
Il Cardinale Giuseppe Guarino muore a Messina il 21 Settembre del 1897.
Il 5 Maggio 1907 la salma del Cardinale Guarino viene traslata dal cimitero in Cattedrale.
Il 6 Aprile 1983 i resti mortali del Cardinale vengono traslate nella cappella dell’ Istituto Leone XIII delle Apostole della Sacra Famiglia.
Il 10 Novembre 1985 viene aperto il Processo di canonizzazione del Cardinale Giuseppe Guarino con la nomina della prescritta Commissione di esperti in storia e archivistica.
La sessione di chiusura dell’ Inchiesta Diocesana della Causa di canonizzazione del Servo di Dio Cardinale Giuseppe Guarino si è svolta a Messina il 25 Novembre del 1997.
Le Apostole della Sacra Famiglia, sparse in vari paesi del mondo, i montedoresi e i tanti devoti pregano e aspettano, con santo orgoglio, che il Papa proclami beato il Cardinale Giuseppe Guarino che con la sua vita è sicuro modello di perfetta vita cristiana.

Lillo Paruzzo


Ritorna alla Home Page