Mussomeli, CD con i canti delle lamentazioni del Venerdý Santo
La presentazione Ŕ di mons. Cataldo Naro

Domenica 24 Febbraio, nella chiesa parrocchiale San Giovanni di Mussomeli, l'Associazione Culturale Memento Domini ha organizzato una manifestazione per la presentazione di un Cd room intitolato Stabat Mater, dove sono raccolti i testi ed il canto delle lamentazioni del Venerdý Santo di Mussomeli.
Una parte della manifestazione, che ha visto un numerosissimo pubblico, Ŕ stata dedicata ad una riflessione culturale sul significato e sul valore delle lamentazioni nel contesto della tradizione popolare religiosa con gli interventi di Cataldo Naro, preside della FacoltÓ Teologica di Sicilia, che ha parlato della pietÓ popolare e delle tradizioni religiose, di Angelo Barba che ha parlato di tradizioni e consumismo e di Stefano Diprima.
Una seconda parte Ŕ stata la messa in situazione con lo Stabat Mater eseguito dal gruppo dei Lamentatori di Montedoro, precedute dal caratteristico suono di tromba e di tamburo. Poi hanno cantato: il gruppo di Realmonte, il gruppo di Porto Empedocle e quello di San Giovanni di Mussomeli. Infine l'ing. Giovanni Belfiore ha presentato il Cd Stabat Mater ed ha consegnato degli attestati di benemerenza a quanti hanno contribuito, in vario modo, alla realizzazione del prodotto multimediale e della manifestazione stessa.
L'Associazione Memento Domini ha il merito di avere ripreso nella Parrocchia San Giovanni il canto tradizionale mussomelese del Venerdý Santo, facendo una puntuale ricerca dei testi e della melodia delle lamentazioni e nello stesso tempo opera di divulgazione attraverso il coro, la produzione del Cd ed incontri di natura culturale e religiosa. In tale ottica Ŕ stato invitato il gruppo dei lamentatori di Montedoro per la caratteristica polivocalitÓ che costituisce una nicchia musicale del bacino del Mediterraneo come Ŕ stato convalidato da studiosi di etnomusicologia, quali Roberto Leydi, Giovanna Marini e Ignazio Macchiarella e la partecipazione decennale a manifestazioni nazionali ed internazionali di musica popolare tradizionale. Il gruppo che ha partecipato alla manifestazione di Mussomeli era costituito da Randazzo Angelo, Pace Giuseppe, Randazzo Rosario, Milazzo Giovanni, Randazzo Salvatore, Milazzo Giuseppe, Randazzo Calogero.
A conclusione il gruppo ha eseguito il Gloria Laus et honor e, nel chiostro di San Domenico, E' cunnannatu. Come ha detto, nel suo dotto intervento, mons. Cataldo Naro "Le tradizioni popolari religiose, nate in altri periodi storici ed espressione della societÓ contadina di allora, negli ultimi anni vengono recuperate e valorizzate spesso dalla societÓ civile, ma rimangono sempre un modo di pregare e di cantare le varie sensibilitÓ umane e cristiane ed esprimono la pietÓ popolare genuina."
Tra il numeroso pubblico c'erano: il sindaco di Mussomeli Totuccio Scannella, l' Assessore Provinciale Tirrito, l'on. Salvatore Cardinale, l'arciprete don Alfonso Incardona, il parroco Sebastiano Lo Conte, il parroco Calogero Di Vincenzo, padre Salvatore Taffaro, padre Francesco Lo Manto, padre Massimo Naro e vari rappresentanti delle confraternita delle altre parrocchie di Mussomeli.


Ritorna alla Home Page